:::NEWS::: ~ Compleanno per Cora e L'amore ferisce ~ :::NEWS:::

lunedì 30 agosto 2010

Sotto il segno del leone

Questo blog nasce sotto il segno del leone.

Per chi crede all’astrologia occidentale, si tratta di un segno di fuoco, con un diretto legame con il sole e di natura conseguentemente egocentrica. 

Bisognosi di ammirazione e portati per il mondo dello spettacolo, irascibili e di temperamento passionale. Insomma, a dar retta all’astrologia questo sarebbe un blog con un bel caratterino. 

Per quanto mi riguarda si tratta del mio primo personale. Forse il primo che, pienamente, si aggiudica la nomea di “blog”. Trattandosi di una sorta di diario virtuale su quello che è il mio mondo.

Precedentemente ho sviluppato altri spazi internet con ben differenti caratteristiche e, in linea di massima, monotematici: dal fumetto, al wrestling, alla narrativa. 

In realtà, il vero motore che smuove tutto il resto, è il motore fumetto. Un media in grado di racchiudere sia l’illustrazione che la narrativa, con delle notevoli possibilità comunicative.

Rammento il mio primo fumetto acquistato quando ancora giravano le lire (non molto tempo fa, ma il fumetto in questione è decisamente più datato); Tiramolla

Provengo da una famiglia che a questo tipo di media ha sempre dedicato la massima attenzione, ci sono cresciuto e lo ho coltivato.

Il primo fumetto importante, per tematiche decisamente più impegnative pur mantenendo una caratteristica di svago e che ho deciso di collezionare, è stato Zagor

“Il cavaliere misterioso” il primo albo che, spulciando nel mio salvadanaio di allora, decisi di comprare e da cui feci partire una collezione durata, seppure a tempi alterni con in mezzo alcuni periodi di distacco, sin da allora.

A Zagor debbo il mio primo “impegno” verso un periodico a fumetti. Debbo ore, settimane, mesi e anni di letture sempre di buona fattura.


10 commenti:

LenAine ha detto...

Magari io a Zagor no, perché fumetti di questo stile non sono il mio genere ma almeno Tiramolla ce l'ho presente e Nonna Abelarda con Soldino! =D
A proposito di soldini.. porcamiseria, 250 L. sono circa 17 centesimi attuali! O_O; sconcertante, se penso che se seguo un manga mensilmente, quello mi costa 3,90! E senza copertine o sovracopertine particolari!

Gaernhie ha detto...

Non ho mai letto i fumetti, tranne in un periodo subito dopo la laurea quando mia madre aveva un'edeicola di giornali, e fui incuriosita da Martin Mister, e Dylan Dog, poi talvolta leggevo qualcosa sui Fantastici Quattro. Ultimamente da te stimolata ho letto un fascicolo dell'Uomo ragno... Osborn ricordi? e su consiglio di un altro amico ho letto la serie di Sin City, e 300 di con i disegni fantastici di FranK Miller!
Devo ringraziare te perché mi è piaciuto molto, e anche quel mio amico perché anche Sin City mi è piaciuta molto la serie...
Buon inizio settimana!!!!
:)
cri

Alberto Camerra ha detto...

#LenAine

La svalutazione è una tremenda cosa, vero?
:)
A fine anni settanta questi prezzi erano la norma, tra le 250 e le 350 lire. Ma anche le tirature eran ben altra cosa rispetto a oggi (di molto ridotte). Conseguentemente i prezzi tendono a salire per bilanciare i ricavi.

Alberto Camerra ha detto...

#Gaernhie

Non ricordo di averti suggerito L'Uomo Ragno, per la verità. Molto più facile ti abbia consigliato Frank Miller, autore che amo moltissimo e responsabile di opere fantastiche come quelle che citi. Ti suggerisco anche "Il ritorno del Cavaliere Oscuro", sempre di Miller, o qualsiasi albo di Devil scritto e disegnato da lui.
Fortunata tua mamma ad avere avuto una edicola!
Buon inizio settimana a te.
:)

Gaernhie ha detto...

Forse non ricordi ma tra i personaggi di un mio racconto c'era un certo signor Osborn e da lì è inziato il discorso della Marvel.... mi avevi raccontato che Osbon ti ricordava un personaggio pubblicato appunto dalla Marvel.... e quando sono andata a cercarlo è uscito fuori un nemico dell'Uomo Ragno, un criminale allo stato puro, ma fa niente comunque siano andate le cose so che voi due amici mi avete riportato a rileggere ogni tanto fumetti.... con la F maiuscola, penso che Miller sia veramente un grande.... e mi son già presa appunti per ciò che mi hai consigliato.... Grazie Alberto!!!!!
E buonissima giornata....
:-)
cri

Alberto Camerra ha detto...

#Gaernhie

Ah, ecco svelato il mistero.
:)
Non ti avevo consigliato in modo diretto L'Uomo Ragno, che pur apprezzandolo non è tra i miei personaggi a fumetti preferiti, ma ti avevo scritto relativamente al suo nemico per eccellenza; Norman Osborn!
...da cui sei poi risalita al tessiragnatele.
Spero tu abbia allora potuto leggere delle buone storie. Di solito, L'Uomo Ragno, si avvale comunque di artisti di serie A.
Non lasciarti comunque sfuggire i titoli di Miller che ti ho consigliato, non te ne pentirai.
:)

Gaernhie ha detto...

Un sereno fine settimana.

:)
cri

LenAine ha detto...

@Alberto: ma infatti ricordo molto bene che qualitativamente questi fumetti erano molto "easy" (se poi ci mettiamo anche il logorìo del tempo, aiuta ad accentuare l'impressione! xD)
Però a proposito di svalutazione.. insomma.. io sono concorde nel dare la giusta quantità di ripagamento alla qualità, ma laddove sono contraria alla svalutazione lo sono anche sulla soppravalutazione (che noi in questo caso intendiamo in denaro) e sono dell'idea che E 3.90 per un fumetto (in questo caso mi riferisco sempre al manga d'esempio perché per il momento è l'unico genere dove affronto acquisti e pur sempre a stecchetto) con la stampa delle pagine interne con il solo nero, tra l'altro uno di quelli inchiostri a base di piombo che fanno tanto bene, e dove la copertina non è sovracopertina e non presenta elaborazioni particolari come plastificazioni, effetti metallizzati e altro ma solo una lucidatura su cartoncino, sarebbe dovuto restare a 3,10 come 7 anni fa.. e minchia! C'è ancora qualcosa di onesto a conti fatti se penso a prodotti e servizi che sono aumentati a cifre esorbitanti in meno tempo! Dx
Comunque.. va beh, non per stare a polemizzare dato che la realtà si sà com'è ormai ed è inutile stare a chiedere anche il perché, giusto per rilasciare la mia opinione in merito al concetto di "valore"..

Nel frattempo un saluto =3

Alberto Camerra ha detto...

#LenAine

I fumetti erano "easy", come simpaticamente li definisci tu, per via della cultura e dei costumi del tempo. Oggi c'è un tipo di attenzione ben diversa a questo genere di prodotto, perchè diverse sono le generazioni che sono cresciute.
La mia risposta di prima era in ogni caso volutamente ironica. Infatti l'Italia, per quanto riguarda i prezzi di copertina dei fumetti, è ancora un'isola relativamente felice. In Francia c'è una migliore cultura del media fumetto (una delle poche cose che invidio a loro) e una considerazione maggiore, infatti molti artisti nostrani e non trovano terreno fertile in terra francese.
In Italia dobbiamo necessariamente tenere dei prezzi contenuti, perchè il "prodotto" non ha un mercato eccessivamente florido. Basti pensare alle vendite di un fenomeno come Dylan Dog che anni fa superavano le 600.000 copie ed oggi sono calate sotto le 200.000 (ci sarebbe anche un discorso qualità da menzionare, ma andremmo un po' per le lunghe).
In definitiva credo che i prezzi di copertina siano corretti e onesti all'osso per il loro target di riferimento. Ovvero i 3,90 €. per il tuo manga e i 2,70 €. per un albo normale della Bonelli.

Un saluto a te e grazie per la discussione.
:)

Alessandro ha detto...

Mi piace molto il tuo ricordo del primo fumetto acquistato: anche per me è un ricordo indelebile nella memoria, il primo passo di un lungo cammino non ancora concluso.
Saluti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...