:::NEWS::: ~ (Work in progress) Scegli Il tuo libro del 2019 con il 15% di sconto QUI! ~ :::NEWS:::

martedì 23 luglio 2019

Giano bifronte e il piano B

Se son rose fioriranno, se son spine pungeranno, cita un antico adagio spesso rammentato soltanto nella sua prima metà, in piena noncuranza della parte relativa alle spine. Quando valutiamo le possibilità di successo di un libro è inevitabile adoperarsi per aiutare il fattore della buona sorte, ma da quest’ultima dipendono, bene o male, tutti i lavori creativi: non esiste un’attività imprenditoriale, di qualsivoglia genere, che aspira all’affermazione popolare, capace di eludere la componente della fortuna.

martedì 19 febbraio 2019

I social media uccideranno i libri?

L’avvento delle nuove forme di comunicazione ha drasticamente mutato il linguaggio pubblicitario per la promozione dei libri. Nel nuovo millennio, le informazioni passano attraverso i social media. Se il libro è una forma di testo antica e basata sulla carta, significa che la rete ucciderà il romanzo? Non proprio. Oppure sì. Ci sono vari elementi da considerare e, alcuni dei quali, sono arrivati proprio a supporto del libro cartaceo.

lunedì 21 gennaio 2019

Averne 100 e non sentirli

Con il primo articolo del nuovo anno, oltre ad augurare una buona continuazione di 2019 a te che mi leggi, l’istinto potrebbe essere quello di trarre un bilancio del 2018 appena finito ma, per prima cosa, è doveroso festeggiare il traguardo dei 100 articoli pubblicati. Da quando ho aperto questo spazio a oggi, infatti, con una periodicità di solito mensile, ho scoperto che, con l’articolo pubblicato lo scorso dicembre, la quota raggiunta per il mio Sito-Blog è quella del numero a tre cifre. Un risultato per niente scontato, al principio, specie per uno spazio web, come questo, che pone l’accento sulla produzione narrativa personale.

giovedì 6 dicembre 2018

I ghostwriter sono tra noi

Il mese scorso ho accennato a un termine in uso nell’editoria classica e in quella digitale ma che non tutti, fuori dall’ambito librario, conoscono: il ghostwriter. Letteralmente, lo scrittore fantasma esiste… ed è tra di noi. È un luogo abbastanza comune, in Italia, parlare di paese popolato da innumerevoli scrittori e da un inferiore numero di lettori: si tende a scrivere, ma si ignora la lettura. Probabilmente lo scrittore, nella nostra penisola, è equiparabile alla figura dell’allenatore di calcio. 

giovedì 8 novembre 2018

Progetti autunnali in corso

Con la fine della lunga bollente estate e di un caldo inusuale persino nel mese di ottobre, con l’arrivo di novembre e della pioggia battente, posso rivolgermi ai progetti autunnali con maggior respiro. Non amo l’estate, perlomeno non il clima estivo del nostro paese: al nord, le temperature sono penalizzate da una crescente umidità e lo schermo di un computer contribuisce a intaccare la concentrazione necessaria per scrivere narrativa, di qualsiasi genere. Ci sono lavori manuali molto pesanti e, spesso, chi scrive, sbarca il lunario svolgendone più di qualcuno, per mantenere viva questa passione e sperare di farne il mestiere principale. 

giovedì 4 ottobre 2018

Il boicottaggio degli indipendenti

L’editoria, come risaputo, è in forte crisi. La perdita di lettori in narrativa è costante, non risparmia nessuna casa editrice e colpisce i vari settori del libro e del fumetto. Le eccezioni naturalmente ci sono: ogni tanto l’opera di qualche autore riesce ad attirare l’attenzione generale e a balzare in cima alle classifiche di vendita, staccandosi dagli altri. In un simile e duraturo periodo di depressione economico-culturale, gli indipendenti, vero serbatoio di idee e novità, sono boicottati dagli strumenti promozionali gratuiti di rete. L’emblema del cambio di tendenza è rappresentato da Facebook, il social media più diffuso e conosciuto nel nostro paese, che negli ultimi tempi ha eretto una serie di paletti e divieti a danno degli autori indipendenti